Telefono e Fax
Mobile: 3332368122   Telefono & Fax: 0689026424
Stefano Lanari Ragioniere Commercialista Revisore Contabile  

Contratti di rete - Deposito della situazione patrimoniale entro il 28 febbraio

Venerdì 15/02/2019, a cura di TuttoCamere.it


Con il contratto di rete più imprenditori puntano ad accrescere, individualmente e collettivamente, capacità innovativa e competitività. Gli stessi si obbligano, sulla base di un programma comune di rete, a collaborare in forme e in ambiti predeterminati per l'esercizio delle proprie attività o a scambiarsi informazioni o prestazioni industriali, commerciali, tecniche o tecnologiche o ancora a esercitare in comune aspetti al centro della propria impresa.

L'istituzione del fondo patrimoniale comune è facoltativa. Se lo si istruisce, nel programma di rete si devono indicare: misura e criteri di valutazione dei conferimenti iniziali e degli eventuali contributi successivi dei partecipanti; regole di gestione; possibilità che il conferimento avvenga con apporto di un patrimonio destinato. Si applicano, in questo caso, le disposizioni per il fondo patrimoniale dei consorzi con attività esterna (articoli 2614 e 2615 del Codice civile).

Pertanto, secondo quanto previsto dal comma 4-ter dell'art. 3, del D.L. n. 5/2009, convertito dalla L. n. 33/2009, se il contratto di rete prevede l'istituzione di un Fondo patrimoniale comune e di un Organo comune destinato a svolgere un'attività, anche commerciale, con i terzi, entro due mesi dalla chiusura dell'esercizio annuale l'organo comune dovrà redigere una situazione patrimoniale, osservando, in quanto compatibili, le disposizioni relative al bilancio di esercizio della società per azioni, e depositarla presso l'ufficio del Registro delle imprese del luogo ove ha sede.

Pertanto, nel caso in cui l'esercizio chiuda al 31 dicembre 2018, entro il 28 febbraio 2019 dovrà essere depositata la situazione patrimoniale.

Nel caso la Rete sia dotata sia dotata di soggettività giuridica e sia iscritta alla sezione ordinaria del Registro imprese, il deposito dovrà essere effettuato presso l'ufficio Registro delle imprese in cui il Contratto di Rete ha la propria sede. Il codice fiscale da indicare nel bilancio, in formato XBRL, è quello relativo al Contratto di Rete.

Nel caso, invece, la rete sia priva di personalità giuridica e non abbia una posizione autonoma nel Registro delle imprese, il deposito dovrà essere effettuato sulla posizione dell'impresa di riferimento, presso l'ufficio del Registro Imprese dove la stessa è iscritta. In questo caso il modello B riporterà i dati dell'impresa che provvede al deposito, mentre gli allegati conterranno il codice fiscale ed i dati identificativi della Rete.

La situazione patrimoniale dovrà essere composta da stato patrimoniale, conto economico e nota integrativa. L'adempimento non comporta il deposito del verbale di approvazione della situazione patrimoniale.

Come per i consorzi con attività esterna, lo stato patrimoniale e il conto economico, comprese le tabelle contenute nella nota integrativa dovranno essere presentate al Registro delle imprese nel formato elaborabile XBRL, secondo la tassonomia "2017-07-06" o la nuova tassonomia "2018-11-04".

Ricordiamo, infatti, che la previgente Tassonomia 2017-07-06 potrà essere utilizzata fino al 28 febbraio 2019 per esercizi chiusi in data 31 dicembre 2018 o in data successiva. Potrà essere usata successivamente anche dopo il 28 febbraio 2019 ma non oltre il 31 dicembre 2019 e solo per conti annuali e consolidati redatti secondo le regole civilistiche post D.Lgs. n. 139/2015 riferiti ad esercizi chiusi prima del 31 dicembre 2018.

Imposta di bollo, diritti di segreteria e sanzioni sono gli stessi previsti per il deposito della situazione patrimoniale dei consorzi con attività esterna.

Vogliamo infine segnalare che, nell'ambito della semplificazione amministrativa, InfoCamere ha realizzato, per conto delle Camere di Commercio, il sito dedicato ai Contratti di Rete, rivolto ad imprese, associazioni, istituzioni che desiderino acquisire informazioni e strumenti su come "fare rete" in Italia con altre imprese.

Per un approfondimento dell'argomento relativo ai contratti rete clicca qui.
Per un approfondimento dell'argomento relativo al deposito dei bilanci clicca qui.
Per un approfondimento dell'argomento relativo al formato elaborabile XBRL clicca qui.
Per accedere al sito dedicato ai Contratti idi Rete clicca qui.

Fonte: https://www.tuttocamere.it
Le ultime news
Ieri
Con Provvedimento del 19 marzo 2019 l'Agenzia delle Entrate ha approvato il modello "Richiesta di...
 
Ieri
Nell'ambito dei lavori di recupero del patrimonio edilizio rientrano tra le spese detraibili anche quelle...
 
Ieri
A seguito di numerosi quesiti di enti e centri di servizio per il volontariato, il Ministero del Lavoro...
 
Giovedì 21/03
Nel 2018 sono entrati nelle casse dello Stato oltre 16 miliardi di euro derivanti dalle ordinarie attività...
 
Giovedì 21/03
Nonostante l'originaria fattura sia stata emessa nei confronti della posizione IVA del cessionario non...
 
Giovedì 21/03
Con notizia pubblicata sul proprio portate l'Inps comunica che è attivo il servizio dedicato alla Certificazione...
 
Mercoledì 20/03
Assosoftware, in una delle recenti Faq in tema di fatturazione elettronica, ha chiarito che una fattura...
 
Mercoledì 20/03
Con la Risoluzione n. 36/E del 15 marzo 2019 l'Agenzia delle Entrate ha risposto all'interpello di un...
 
Mercoledì 20/03
L'articolo 9, commi da 1 a 8, del decreto-legge n. 119 del 2018 ha introdotto la definizione agevolata...
 
Mercoledì 20/03
Il 15 marzo scorso il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili ha pubblicato...
 
Martedì 19/03
È fondamentale riscontrare l'inerenza di un costo all'una o all'altra attività, potendone derivare...
 
Martedì 19/03
Il Ministero dello sviluppo economico ha pubblicato, sul proprio sito Internet istituzionale, la direttiva...
 
altre notizie »
 

StudioLanari di Stefano Lanari Ragioniere Commercialista
Revisore Contabile

Via Francesco Roncati 4a - 00168 Roma (RM)

Telefono & Fax: 0689026424

Email: info@studiolanari.it

P.IVA: 12366671001